This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

+39 333.8276822

May 26, 2019

Milazzo

MilazzoDopo Messina e la vicina Barcellona Pozzo di Gotto è il terzo comune della città metropolitana per popolazione, nonché uno dei più densamente popolati. La città è posta tra due golfi, quello di Milazzo a est e quello di Patti a ovest.

Fondata dai Greci nel 761 a.C., e dal 36 a.C. riconosciuta come civitas Romana, la città è stata al centro della storia anche durante la Prima Guerra Punica (260 a.C.), e nel luglio 1860 con l'arrivo delle camicie rosse nella grande Battaglia di Milazzo. Numerose sono le testimonianze e i simboli della storia millenaria della città. A tal proposito sono in corso progetti mirati ad inserire il Castello, la città fortificata e il borgo antico tra i siti UNESCO ed a costituire la Riserva Marina del Promontorio di Capo MilazzoLa cittadina fa parte del circuito dei Borghi più belli d'Italia in qualità di Ospite Onorario.

Il Borgo antico

Il patrimonio monumentale pervenuto, costituito da chieseconventi e monasteri, e palazzi nobiliari, attesta la formazione dell'impianto del borgoprimitivo tra il XV e il XVIII secolo.

L'aumento della popolazione, il crescente sviluppo urbanistico, la necessità di acquisire nuovi spazi, una relativa sicurezza dovuta allo scemare degli attacchi di barbari o di pirati grazie a nuovi sistemi difensivi, l'esercizio di attività legate alla pesca e alla marineria in generale, porta alla costituzione di nuclei abitativi e lavorativi posti al di fuori del perimetro della Città Murata. Sulla direttrice nord - sud e verso levante sorgono gli insediamenti fuori le mura che danno origine al primitivo Borgo antico di Milazzo. Le propaggini del costituendo borgo raggiungono i versanti marini di levante e di ponente dovute all'intensificazione delle attività legate alla pesca mentre più a sud si concentrano le attività portuali e commerciali che perpetuano le tradizioni millenarie della popolazione milazzese.

Al pari degli Arabi, nell'opera d'urbanizzazione inconsapevolmente sono distrutti o ricoperti o rinvenuti o parzialmente rimodulati interessanti insediamenti delle varie epoche.

Elenco delle principali chiese presenti o documentate nel Borgo antico di Milazzo:

  • 1622, Primitiva chiesa di Santa Caterina d'Alessandria. Edificio di culto documentato e non più esistente per consentire la costruzione della chiesa del Santissimo Salvatore e monastero femminile dell'Ordine benedettino.
  • 1464, Chiesa di Santa Caterina d'Alessandria edificata sulla preesistente chiesa di Santa Margherita già dedicata a Santa Marta.
  • 1538, Chiesa del Rosario al Colle Giudeo, denominazione topografica derivante dalla presenza della comunità ebraica dedita alla cantieristica navale.
  • 1464 - 1467, Santuario di San Francesco di Paola e convento dell'Ordine dei Minimi o Paolotti.
  • XV secolo, Chiesa di San Gaetano e Madonna della Catena o chiesa degli Spagnoli di Catalogna.
  • 1565, Chiesa di San Giuseppe.
  • 1640, Chiesa dell'Immacolata Concezione edificata su iniziativa della Congregazione della Concezione e convento dell'Ordine dei frati minori cappuccini del 1889 - 1892.
  •  Chiesa di San Leonardo sede della Confraternita dei Disciplinanti.
  • 1577, Chiesa della Madonna dell'Itria e convento dell'Ordine dei frati minori cappuccini.
  • XII secolo, Chiesa della Madonna del Boschetto, luogo di culto di stile bizantino, Regia Cappella di Federico III e degli Aragonesi.
  • 1538, Chiesa della Madonna del Rosario e convento dell'Ordine dei frati predicatori sul Colle Giudeo. Sede del Tribunale dell'Inquisizione e del Santo Uffizio. Sorge sul luogo ove era edificata la chiesa di San Leonardo sede della Confraternita dei Disciplinanti.
  • 1610 - 1621, Chiesa di Santa Maria Maggiore.
  • 1622, Chiesa di Santa Margherita già dedicata a Santa Marta.
  • 1629, Chiesa di San Papino e Convento dei Frati Minimi del 1618, nel quartiere nel 331 è edificata la prima Cattedrale di Milazzo. Primo Vescovo Aureliano sotto il pontificato di San Lino .
  • 1575, Chiesa di San Rocco.
  • 1755, Chiesa del Santissimo Salvatore e monastero delle Benedettine derivati dalla chiesa del Santissimo Salvatore e dal monastero delle Benedettine della città murata. Precedentemente sorgeva la primitiva chiesa di Santa Caterina d'Alessandria edificata nel 1622 al posto della chiesa di San Sebastiano del 1348.
  • 1348, Chiesa di San Sebastiano. Edificio di culto documentato e non più esistente.
  • Chiesa di San Biagio primitivo luogo di culto sul colle omonimo. Trasformata da San Francesco di Paola in chiesa di Gesù e Maria con l'annesso Oratorio di Gesù e Maria. Oggi santuario di San Francesco di Paola e convento dell'Ordine dei Minimi.
  • Chiesa di San Teodoro
  • Chiesa della Trinità

Elenco dei principali monumenti presenti nel Borgo antico di Milazzo:

  •  Insediamento preistorico ai Cappuccini.
  • 1568, Palazzo dei Viceré e dei Governatori edificato per opera del barone Vincenzo Baele. Proprietà dei baroni Baele, baroni Lucifero, D'Amico - Marullo. Dimora di Don Giovanni d'Austria dal 1571, dei Viceré di Sicilia e i luogotenenti del Regno di Sicilia in visita a Milazzo. Ospita Marcantonio Colonna, Don Pedro Téllez-Girón y Velasco Guzmán y Tovar III duca di Osuna, il Principe Emanuele Filiberto di Savoia, l'ammiraglio olandese Michiel Adriaenszoon de Ruyter e Lord William Henry Cavendish-Bentinck. Duplice soggiorno di Luigi Filippo d'Orleans, futuro re dei francesi, con la consorte Maria Amelia di Borbone, ospiti a Milazzo durante l'esilio a Palermo. Appartiene dal 1956 all'ente morale "Regina Margherita", è sottoposto a vincolo di tutela come edificio di rilevanza storico - artistica.
  • Grotta di Polifemo, è ubicata alla base dell'acrocoro su cui sorge la Rocca e il Castello. I racconti epici narrano della spelonca come l'antica dimora in cui Polifemo imprigiona l'astuto Ulisse con i suoi uomini. La narrativa dell'Odissea racconta di Polifemo che governa gli armenti del dio Sole nella terra chiamata Chersoneso d'oro (Aurea Chersonesus) cantata dai greci per la bellezza, il clima e la fertilità, quando Ulisse, uomo dal multiforme ingegno, vi approda dopo un naufragio. Durante l'epidemia di peste del 1565 è adattata a lazzaretto, similmente nel 1575. L'antro naturale ospita nel XVII secolo le strutture per la fabbricazione di polvere da sparo e salnitro. Ampliata dal Genio Militarenel 1943 per consentire l'installazione delle artiglierie durante il secondo conflitto mondiale. Utilizzata come ritrovo musicale e attrattiva naturale negli anni 1960 - 1970, oggi è chiusa al pubblico e versa in stato di totale abbandono.

Elenco dei principali edifici presenti o documentati nella Cinta muraria spagnola:

  • 1527, Primitivo Duomo di Santa Maria e Arco trionfale di Santa Maria.
  • 1616 - 1637, Chiesa del Salvatore e Monastero delle Benedettine.Derivati in seguito nella chiesa del Salvatore e Monastero delle Benedettine ubicati al di fuori della Città Murata.
  •  Palazzo dei Giurati o Casa di Città o "Casa de la Ciudad" sede del Senato della città.
  •  Chiesa dell'Annunziata al Castello edificata presso il Baluardo delle Isole.
  •  Chiesa di San Nicolò nella Città Murata, demolita all'inizio del XVII secolo per la costruzione del duomo Antico di Santo Stefano. Edificio di culto documentato e non più esistente.
  •  Chiesa di Sant'Antonio nella Città Murata, demolita all'inizio del XVII secolo per la costruzione del duomo Antico di Santo Stefano. Edificio di culto documentato e non più esistente.

Distanze Principali

  • 30m Parcheggio Libero
  • 350m Stazione di Patti
  • 500m Villa Romana
  • 600m dal lungomare
  • 800m Tribunale
  • 900m Ospedale
  • 10Km Santuario del Tindari
  • 18km Laghetti di Marinello

Contatti B&B

Via Fratelli Cervi n 58, Patti (ME)
Anna Laura    342 7678752
Francesco      333 8276822

Email: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
Scroll to top